Sunshine blogger award 2020

Appena “inaugurato” questo blog ero stata nominata per questa speciale menzione tra blogger. Si tratta di una sorta di catena di Sant’Antonio in cui noi blogger ci nominiamo a vicenda, scegliendo quei blog che per noi hanno un particolare valore creativo e/o di contenuti o che ci hanno particolarmente ispirati. E’ un premio virtuale in cui non si vince nulla ma ci si conosce meglio fra noi e si fanno conoscere altri blog.

Sunshine blogger award

Il blogger che riceve la nomination risponde alle domande di chi l’ha nominato ed a sua volta nomina altri blogger a cui porre delle domande il cui numero è a discrezione del blogger che le pone.

Sono stata addirittura nominata da 3 blogger che ringrazio e che vi invito a seguire:

  • Sustenaible Travel: un blog giovane ma già ricco di contenuti interessanti;
  • Travel with the wind: Claudia e Gabri…che si sono sposati a Las Vegas;
  • Party e partenze: un blog che seguo ormai da tempo su più canali social.

Le domande per me da Sustenaible Travel

  1. Come mai hai deciso di aprire un blog?

Da qualche anno avevo preso l’abitudine, quando viaggiavo, di postare sui miei canali social, a fine giornata, una foto con qualche riga  che raccontasse la ciò che avevo visto e fatto durante quel giorno, soprattutto dal punto di vista emotivo. I miei amici hanno cominciato ad apprezzare ed a chiedermi di scrivere o aprire un blog. Ma le loro richieste sono rimaste inascoltate fino al mio viaggio a Cuba. Al ritorno mi sono lanciata ed ho aperto il mio blog.

  1. Quale viaggio ti ha segnato maggiormente e fatto capire qualcosa d’importante?

Sicuramente il mio primo viaggio per lavoro, quando per una supplenza di qualche mese ho lasciato il mio paese e mi sono trasferita fra Trento e Verona. Ho preso delle decisioni importanti ed ho capito ad esempio che l’insegnamento era la mia strada.

  1. Qual è il posto che hai sempre voluto visitare ma che ancora non ti è capitato di visitare?

Sicuramente il mio posto dei sogni è la Polinesia Francese, in particolare le isole Marchesi perché da storica dell’arte  vorrei v edere i luoghi in cui si rifugiò Gauguin.

  1. Qual è il piatto più strano che hai mangiato durante un viaggio?

La cosa più strana che ho assaggiato sono le banane fritte colombiane associate al riso ed al formaggio in un piatto unico eccezionale.

  1. Qual è stata la cosa più bella che hai scoperto in viaggio riguardante la cultura del posto?  Ho imparato che a Cuba quasi in tutte le famiglie c’è un medico o un infermiere, che per loro è occasione di grandissimo orgoglio e che il loro servizio sanitario è molto efficiente.
  2. Qual è la situazione più bizzarra nella quale ti sei trovata in un viaggio?

Una delle situazioni più curiose che mi è capitata è quella di partire sola con la mia amica di viaggio e ritrovarci poi a fare gruppo e vivere il viaggio in “comitiva”. Ed è successo in più di un viaggio.

  1. Ti è mai capitato di sentirti in pericolo durante un viaggio? Se si, come hai risolto la situazione?

All’aeroporto di Chicago abbiamo sbadatamente lasciato i documenti al desk informazioni e siamo andate un po’ nel panico. Ma poi una signora gentile si è accorta del motivo della nostra agitazione e ci ha fatto notare che non avevamo perso nulla ma che i nostri documenti erano lì.

  1. Ti definiresti una viaggiatrice avventurosa?

L’avventura è un elemento che in dosi contenute non manca mai durante i miei viaggi. Mi piace programmare ma poi tante cose sono lasciate al caso e una volta sul posto mi lascio ispirare per nuovi itinerari e cose da fare.

Ecco le domande da Travel with the wind

  1. In questa quarantena quanto pensavi ai viaggi?

Tanto, tantissimo. Ripensavo ai viaggi fatti e rimuginavo su quei ¾ che erano prenotati e che sono saltati.

  1. Dove andrai appena sarà possibile tornare a viaggiare?

Sono tornata in Puglia dai miei appena è stato possibile e poi mi sto dedicando all’esplorazione della mia amata Roma (es. Appia Antica) e dei dintorni più o meno lontani (Assisi, Giardini di Ninfa)

  1. Come credi che cambierà il modo di viaggiare dopo questa pandemia?

Il modo di viaggiare al momento è cambiato molto con un turismo di prossimità ed una riscoperta dei luoghi a noi più vicini. Ma non escludo che si possa tornare, prima o poi, alle nostre amate mete esotiche.

  1. Qual è la meta dei tuoi sogni?

Ho già risposto su, alla domanda 3 del blocco precedente.

  1. Qual è la tua stagione preferita per viaggiare?

Non ho una stagione preferita per viaggiare, viaggio sempre quando posso. Ovviamente, in linea con gli impegni lavorativi, capita di fare un viaggio più importante durante le vacanze estive e poi di sfruttare feste e week end per altri piccoli viaggi.

  1. Con chi ti piace viaggiare e con chi non viaggeresti mai?

Le mie persone preferite in viaggio sono mio cugino ed una mia cara amica. Ci troviamo concordi su tutto: dagli orari al cibo, all’essere poco esigenti e molto flessibili. A breve testerò in viaggio anche una new entry, il mio fidanzato e vedremo se saprà reggere i miei ritmi abbastanza tosti.

  1. Viaggeresti da solo se non avessi un compagno di viaggio?

Vivo il mio trasferimento a Roma, da sola, come un lungo viaggio che dura ormai da quasi 6 anni. Ogni giorno vado in giro per la città con gli occhi innamorati come se davvero non ci vivessi ma stessi in viaggio.

  1. Qual è il luogo che ti è rimasto nel cuore?

Non posso negare di aver amatoCuba alla follia: i suoi colori, la musica, l’accoglienza della gente. Il tempo che sembra essersi fermato, il mare, le città sospese fra passato e modernità…

  1. Qual è stato il volo più lungo che hai fatto?

Roma/L’Havana: 13 ore. Fino a 10/11 sono riuscita a tenermi occupata e distrarmi, poi non vedevo l’ora di arrivare.

Ecco le domande che mi ha posto Party e partenze:

  1. Come è nato il tuo blog?

Rimando alla domanda 1 del primo blocco.

  1. Con chi ti piace viaggiare? Preferisci sola o in coppia o con un gruppo di amici?

Leggi la risposta alla domanda 6 del secondo blocco.

  1. Come decidi la destinazione di un viaggio: hai un criterio o vai dove ti porta il cuore?

Entrambe le cose. Ci sono viaggi tanto desiderati e attesi che programmo e studio nel tempo e poi ci sono i last minute, le offerte improvvise o le proposte dell’ultimo istante. E vanno bene tutte, difficilmente dico di no ad un viaggio.

  1. Qual è il viaggio/sogno che vorresti realizzare o che hai già realizzato?

Rimando alla domanda 3 del primo blocco

  1. In quale paese sceglieresti di vivere se ne avessi l’opportunità?

Seppure con tutte le sue contraddizioni amo molto la mia terra e non lascerei mai l’Italia (se non fosse stato per motivi lavorativi non avrei mai lasciato nemmeno la mi Puglia). Mi piacciono particolarmente comunque  la Spagna, la Francia e la Grecia, e se proprio dovessi scegliere mi piacerebbe vivere su un’isola.

  1. Viaggio comodo o viaggio avventura?

Non sono molto esigente in viaggio. Ciò che conta per me è partire, poi sono molto flessibile e mi adatto tranquillamente, solo sugli ostelli sono abbastanza restia, la camera ed il bagno devono essere solo per me e chi viaggia con me…

  1. Cosa compri sempre durante i viaggi da portare a casa?

I miei souvenir preferiti sono calamite e decorazioni natalizie per l’albero di Natale. Altra cosa che sicuramente compro sempre, se non l’ho già fatto prima di partire, è una guida del posto…

  1. Quale sarà il piano B per questa estate se non potrai andare all’estero?

Italia, Italia  Italia, in lungo e largo, da Nord a Sud. Sicuramente passerò del tempo in Puglia, sia con la mia famiglia nella zona di Bari, sia più a Sud, nella zona di Brindisi. E poi chissà, forse un po’ di montagna e/o un’isola…

A mia volta ho deciso di nominare la mia conterranea Elisa di Nomatic  Emotions and Stories of a Wanderer: ci siamo subito trovate in sintonia e mi fa davvero piacere farvela conoscere.

Qualche domanda per Elisa:

  1. Cosa rappresenta per te la Puglia?
  2. E l’India?
  3. Da bambina che viaggio sognavi di fare? L’hai realizzato?
  4. Quando viaggi ti piace provare la cucina del posto?
  5. C’è un libro di viaggio che ti ha ispirata e che senti di consigliare?
  6. Qual è la tua città italiana preferita?
  7. Mare o montagna? Perché?

 

Cosa fare adesso?

  • Scrivere un post sul tuo blog in cui spieghi cos’è il Sunshine Blogger Award
  • Ringraziare per la nomination e aggiungere link al blog che ti ha nominato
  • Rispondere alle mie domande
  • Nominare altri blog e formulare altre domande per loro

(foto dal web)

13 pensieri su “Sunshine blogger award 2020

  1. Elisa ha detto:

    Carmen, che dire! Grazie mille per le parole e le domande a cui risponderò con piacere! é bello avere l’opportunità di conoscersi e creare sintonie anche virtualmente, e spero che ci conosceremo presto appena sarai in Puglia!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...