Palazzo delle Albere- Trento-

Finalmente in un pomeriggio d’aprile Romano trovo il tempo di scrivere di un sito espositivo visitato per la prima volta nel mio ultimo soggiorno Trentino. Si, sono passati circa 2 mesi, ma meglio tardi che mai…

Questo palazzo, a Trento, prende il nome dai pioppi bianchi (populismo Alba trasformato in dialetto in albere) che introducevano al palazzo cinquecentesco.

Oggi le Albere indica tutto il quartiere risistemato da Renzo Piano nel 2013 e che ospita il MUSE (di cui vi parlerò prossimamente).

Il palazzo era la residenza estiva della famiglia Madruzzo. Abbandonato alla metà del 1600 e poi restaurato nel corso del 1800: divenne stalla, civile abitazione, “caserma”…

Quattro torri angolari costeggiano la costruzione a tre piani i cui affreschi sono andati in parte perduti. Ciò che resta è attribuibile si fratelli Dossi, al Romanino e a Marcello Fogolino, secondo una modalità decorativa inaugurata già nel Castello del Buonconsiglio.

Al primo piano erano dipinte le imprese di Carlo V, la serie con le età dell’uomo, il ciclo dei mesi e lo stemma della famiglia nobiliare.

Al secondo piano: arti liberali, virtù cardinali e teologali.

Fra gli anni ’70 ed il 2011 il palazzo è stato sede della sezione d’arte contemporanea del Museo Provinciale e del MART.

Oggi è un importante centro espositivo.

Fra le ultime mostre quella che ho avuto il piacere di visitare “Cartel cubano”( di cui allego qualche foto).

Per il mio ultimo we a Trento ecco il link.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...