2019: anno nazionale del turismo lento

Scoprire gli itinerari alternativi alle grandi città è un’occasione di sviluppo anche per l’economia e per avvicinarsi alle iniziative antismog promosse dall’Unione Europea.

Nei giorni scorsi il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ha presentato la rete dei cammini italiani. Oltre 41 percorsi da fare a piedi, in bici o a cavallo. Da quello dell’Appia alla via Francigena, quello dedicato a Dante, ai briganti o ai santi. Li trovate tutti sul sito http://www.comuniditalia.it. In totale sono circa 7000 km.

Il 2016 era stato l’anno dei cammini; 2017 anno dei borghi e 2018 anno del cibo.

È importante infatti puntare all’Italia come ad un museo diffuso per far conoscere i luoghi meno noti, le ferrovie storiche ed i parchi naturalistici.

Anche se ci riempie d’orgoglio che Roma sia al dodicesimo posto della classifica stilata da Euromonitor sulle 100 città più visitate al mondo! Oh yes!

(Foto dal web)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...