L’ombelico del Mondo-Ristorante Carlo Menta-Roma

Il papà di Antonietta lavora da Carlo Menta da oltre 40 anni ed è una vera celebrità. E’ lui che mi ha regalato questo libro ed a lui è dedicato anche un capitolo.

Immagine

Un testo sul ristorante ma anche uno spaccato di tutto il quartiere e dei suoi “personaggi” più o meno illustri.

Il ristorante, sito a Trastevere, è un pezzo di storia della città e scherzosamente l’autore lo chiama “l’ombelico del mondo” per il fatto che al suo interno siano passati un po’ tutti: politici, star, prelati e popolo “minuto”.

Un capitolo dedicato alle targhe commemorative a Trastevereed uno tutto sul menù del locale, con tanto di digressione sulla nascita dell’Amatriciana.

Bellissima la parte sulla “pasta e ceci” e sul carcere Regina Coeli con un riferimento anche al film “I soliti ignoti” che ho imparato ad amare grazie al mio amico Michele.

Uno stile scorrevole e di piacevole lettura.

Ci guadagno tante curiosità apprese sulla storia, lo sport, sulla religiosità popolare, sul cinema (ad esempio scopro che esiste un film dal titolo “Carmen di Trastevere”, occorre necessariamente vederlo).

La mia citazione preferità è però quella della canzone “Fiori trasteverini” di Lando Fiorini (citata nel libro):

“…le baresi e le napoletane

lasciale passà che so’ romane!…”

“L’ombelico del Mondo” di Pier Luigi Betturri, Roma 2017

(Foto mia!)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...